Condividi

Stai pensando di trasferirti in Germania ma non sai di quali documenti hai bisogno? Scoprilo leggendo questo articolo!

 

Carta d’identità o passaporto valido

Potrà sembrare una cosa ovvia, ma è sempre meglio ripeterlo. Se vi volete trasferire in Germania o in qualunque altro Paese del mondo, è assolutamente necessario avere un documento d’identità valido, che sia una carta d’identità o un passaporto. Tali documenti sono molto importanti soprattutto per la Germania. Perché? Perché a differenza dell’Italia, la carta d’identità tedesca è rilasciata soltanto ai cittadini tedeschi. Pertanto, la vostra carta d’identità o il passaporto sono gli unici documenti che possono identificarvi in caso di controlli.

 

Tessera sanitaria con codice fiscale (TEAM)

Da alcuni anni, in Italia, è presente la tessera sanitaria con codice fiscale, che serve per identificarvi nel caso andiate dal medico o in ospedale oppure se avete rapporti con la pubblica amministrazione in Italia.

Anche se siete fuori dall’Italia, tuttavia, la tessera sanitaria con codice fiscale può esservi utile. Perché? Soprattutto nei primi tempi, quando magari non avrete ancora trovato un lavoro, nel caso di emergenze, la tessera sanitaria vi permette di andare dal medico o in ospedale. Tuttavia attenzione: se utilizzate la vostra tessera italiana in Germania, verrete trattati come pazienti privati. Che significa? Significa che vi arriverà una ricevuta da pagare. Dopo di ché, con un apposito modulo (modello E104), potrete farvi rimborsare dallo Stato italiano l’importo pagato.

Tuttavia, anche se la  TEAM non può essere utilizzata in Germania vita natural durante (dopo circa 6 mesi – 1 anno di registrazione all’anagrafe tedesca, la cosiddetta Anmeldung, sarai obbligato a stipulare un contratto con un’assicurazione tedesca), essa può comunque risultare utile. Personalmente, infatti, mi è capitato di dover utilizzare il codice fiscale quando ho deciso di fare un contratto per una pensione privata.

 

Contratto di lavoro

Se hai già trovato il lavoro dall’Italia, è assolutamente necessario che tu lo portassi con te al momento del trasferimento. In tal modo, se hai intenzione di fermarti in Germania per più di 12 mesi, potrai recarti presso il Consolato di competenza nella città del trasferimento e fare la registrazione all’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (AIRE). Pur essendo obbligatoria, una mancata iscrizione all’AIRE non viene sanzionata dallo Stato Italiano. Tuttavia, tramite l’iscrizione all’AIRE potrai avere dei benefici, quali per esempio:

  1. recarti in Consolato per tutte le pratiche burocratiche;
  2. ricevere direttamente a casa tua la scheda elettorale in caso di votazioni;
  3. evitare la doppia tassazione nel caso in cui lavori prevalentemente in Germania e non hai redditi in Italia.

 

Patente di guida

Se in Italia sei in possesso di una patente di guida, portarla con te in Germania ti faciliterà la vita. Infatti, anche se all’inizio decidi di non portare in Germania la tua auto in Italia, puoi comunque sempre decidere di affittarne una qui in Germania.

E alla scadenza? Se la tua patente sta per scadere hai due possibilità:

1. convertire la tua patente italiana in una patente tedesca;

2. rifare la tua patente italiana presso il Consolato di tua competenza (se sei iscritto all’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero – AIRE).

La conversione però si può fare solo se la tua patente non è ancora scaduta. In caso contrario dovrai recarti in Consolato o recarti presso la motorizzazione civile del tuo comune italiano.

 

Attestato di rischio internazionale

Se decidi di portare in Germania la tua auto italiana oppure se compri un’auto, occorre che tu stipuli un contratto di responsabilità civile auto con un’assicurazione tedesca.

Tuttavia, senza un’attestato di rischio, la tua nuova assicurazione ti farà pagare il premio assicurativo più alto anche se tu non hai fatto incidenti negli ultimi anni. E ciò è un qualcosa che è particolarmente fastidioso. Pertanto, per evitare spiacevoli sorprese, prima di portare la tua auto in Germania è bene farsi rilasciare un attestato di rischio internazionale (ovvero in inglese) dal tuo ente assicurativo in Italia. In tal modo, ti verrà quindi riconosciuta la tua classe di rischio che avevi in precedenza. E se la mia assicurazione italiana non volesse o potesse farmelo? In tal caso, fatevi rilasciare un normale attestato di rischio. Dovrete però fare una traduzione certificata (= una traduzione effettuata da un traduttore abilitato con un timbro del traduttore e una dichiarazione che quanto tradotto rispecchia esattamente ciò che viene affermato nell’originale) di tale documento e presentare tale traduzione alla vostra nuova assicurazione.

 

 

Diploma Supplement

Se sei in possesso di una laurea (triennale o magistrale / specialistica), venire in Germania con il cosiddetto Diploma Supplement ti permetterà di trovare un lavoro nel settore per cui hai studiato. Tale documento è infatti un certificato di laurea sia in italiano e sia in inglese ed è valido per:

1. farsi assumere dalle aziende con uno stipendio pari a quello di un cittadino tedesco che lavora nel tuo stesso settore;

2. iscriversi all’università in Germania.

 

Dove posso farmi fare il diploma supplement? Presso l’università che hai frequentato in Italia. Tale documento viene fornito gratuitamente.

 

 

Referenze, certificati di frequenza (per es. a corsi di lingua), attestati

Molto più che in Italia, la Germania è il Paese dei certificati. Infatti, al termine di un rapporto di lavoro in Germania, ti viene consegnato l’Arbeitszeugnis. Di che cosa si tratta? È un documento nel quale il tuo datore di lavoro descrive le mansioni da te svolte nell’azienda, il modo in cui hai svolto il tuo lavoro e il tuo comportamento nei confronti dei capi e dei colleghi. Alla fine viene poi spiegato il motivo per cui il rapporto di lavoro è stato interrotto. In italiano può essere chiamato referenze e non ha nulla a che vedere con la classica raccomandazione all’italiana.

Tale documento deve essere consegnato nel momento in cui ci si candida presso altre aziende ed è ciò che decide se qualcuno deciderà di assumerti o meno. Per questo motivo, quindi, è bene avere un Arbeitszeugnis positivo. Pertanto, se stai decidendo di trasferirti in Germania, avere le referenze del tuo precedente datore di lavoro aumenterà notevolmente le probabilità di trovare un lavoro.

Infine, tutti i certificati di frequenza a corsi di lingua e / o attestati degli ultimi 2-3 anni che sei in grado di fornire al datore di lavoro aumentano la possibilità di scavalcare la concorrenza e di trovare più facilmente un lavoro.

 

Certificato dei carichi pendenti (casellario giudiziale)

Anche se tale documento non viene richiesto per tutti i lavori (è necessario per es. per tutti quei lavori a contatto con il pubblico o il denaro), partire con un certificato dei carichi pendenti può essere una buona idea. Infatti, questo documento certifica che a vostro carico non sono presenti reati. Pertanto, ancora una volta, potrete dimostrare la vostra affidabilità ad un possibile datore di lavoro.

 

Sei d’accordo con il mio elenco o pensi che ci siano anche altri documenti che possano essere utili al momento del trasferimento? Racconta la tua esperienza nei commenti qui sotto!

Condividi