Chiara, potresti presentarti e dirmi come hai iniziato a studiare tedesco?

Correva l’anno 2003 e stavo per iniziare il liceo. Già allora avevo scoperto la mia passione per le lingue straniere e per questo avevo deciso di frequentare un liceo che mi permettesse di studiare le lingue. Non si trattava però di un classico liceo linguistico. Perché? Perché nel mio percorso di studi avrei dovuto studiare anche tanta matematica, una materia che non è mai stata molto il mio forte. Allo stesso tempo, però, il mio liceo non era nemmeno un tradizionale liceo scientifico, perché avrei studiato 3 lingue (inglese, tedesco e spagnolo) e avrei anche appreso le diverse culture nel mondo. È così che ho iniziato a studiare con molta passione e profitto la lingua tedesca.

Forse ora ti chiederai: Chiara, ma come fa a piacerti così tanto una lingua così dura e difficile 

come il tedesco?

Se c’è una cosa che non posso proprio negare è che – soprattutto per un italiano – imparare bene il tedesco non è semplice. Perché? Perché la lingua tedesca contiene alcuni suoni sconosciuti alla lingua italiana e perché alcune regole grammaticali sono molto lontane da quelle a cui è abituato un italiano. Un discorso a parte lo meritano poi gli articoli (determinativi: il, lo, la, i, gli, le e indeterminativi: un, uno, una), per i quali in tedesco ci sono pochissime regole nella loro attribuzione ai nomi. Per questo motivo, quindi, è bene sempre studiare i nomi con l’articolo e la loro forma plurale (es. der Tisch, die Tische [it. “tavolo”]).

Tuttavia, il tedesco mi affascinava e mi affascina perché è una lingua che permette di sviluppare la capacità di ragionamento. Infatti, all’interno di una frase tedesca, ogni singolo elemento ha una sua determinata posizione che cambia molto raramente. Infine, il tedesco contiene molte meno eccezioni rispetto a lingue come l’italiano. A ciò si sono aggiunte la mia passione per la musica classica (in particolare di Johann Sebastian Bach) e la mia professoressa di tedesco di allora, la quale ha saputo trasmettermi la sua passione per la lingua tedesca.

Per tutti questi motivi, quindi, già durante il liceo avevo deciso di approfondire lo studio del tedesco tramite certificazioni e corsi di lingua sia in Italia sia in Germania. Successivamente, ho conseguito una laurea di tedesco presso l’Università di Torino e dal 2014 mi sono trasferita definitivamente in Germania.

 

Bene. Veniamo ora ad un altro argomento: Perché hai deciso di aprire questo blog?

Fin da quando ho cominciato a studiare tedesco, parlare della lingua e della cultura tedesca con amici e parenti è sempre stato per me un grande piacere. L’evoluzione dei social network (in particolare di Facebook) mi ha poi permesso di condividere la mia passione con altri utenti provenienti da tutta Italia. Successivamente, dopo il mio trasferimento in Germania, l’essere presente in gruppi Facebook sulla Germania e la cultura tedesca mi ha permesso di condividere i miei dubbi e le mie paure e di vivere la mia emigrazione in modo meno traumatico. Infatti, al contrario di quanto spesso si sente dire, l’emigrazione porta a grandi sofferenze e può portare anche a problemi psicologici. Perché? Perché non parlerai mai abbastanza bene la lingua (anche se hai raggiunto il cosiddetto livello C1), potresti far fatica a conoscere nuove persone e potresti avvertire in modo molto più forte la mancanza di amici e parenti e/o dei tuoi luoghi natii. A ciò potrebbe aggiungersi lo sconforto quando vedi che vorresti migliorare la tua posizione lavorativa e non riesci.

Per via della mia esperienza diretta subito dopo il trasferimento in Germania, l’obiettivo del presente blog è dupplice. Da un lato, infatti, attraverso il blog vorrei aiutare gli italiani che intendono trasferirsi o si sono trasferiti in Germania da poco a conoscere meglio la cultura del Paese che li ospita e quindi a integrarsi meglio. Dall’altro lato, invece, vorrei contribuire alla diffusione della lingua e della cultura tedesca in Italia, uno dei partner commerciali più importanti per l’economia della locomotiva d’Europa. Infine, vorrei cercare di combattere stereotipi quali quelli sul cibo o sui costi della vita in Germania.

 

 

Quali temi vengono presentati nel seguente blog?

Nel presente blog vengono affrontati i seguenti temi:

1. consigli su come apprendere la lingua tedesca;

2. vivere in Germania risparmiando;

3. viaggi;

4. cucina tedesca.

Oltre al lavoro, a mio avviso, l’integrazione passa anche dalla disponibilità ad assaggiare qualche piatto della cucina locale e a visitare luoghi meno turistici. Infatti, attraverso la cucina e i viaggi è a mio avviso possibile capire meglio la cultura di un popolo e apprendere più facilmente una lingua. Vuoi leggere alcuni articoli del blog? Allora vai su…

Impariamo il tedesco per gli articoli che riguardano la lingua tedesca;

Vivere in Germania risparmiando per gli articoli sulla vita in Germania;

Luoghi da visitare per le destinazioni turistiche in Germania;

Cucina tedesca per alcune ricette tedesche da fare in casa.

 

Per chi è adatto il presente blog?

Il presente blog è adatto per te se:

1. sei ancora in Italia e stai pensando di trasferirti in Germania;

2. sei disponibile a conoscere una nuova cultura;

3. sei un appassionato di cucina o di viaggi e vuoi avere spunti per nuove ricette o nuove mete da visitare;

4. Sei arrivato da poco in Germania e vorresti sapere come integrarti meglio.

 

Questo blog NON è adatto per te se…

1. non sei disposto a conoscere una nuova cultura;

2. non sei disposto a provare piatti al di fuori della cucina italiana;

3. stai cercando un lavoro in Germania;

4. non sei disposto a integrarti in Germania;

5. il tuo livello di tedesco è oltre il livello B1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue (QCER).

 

Perché questo blog non è adatto se sto cercando un lavoro in Germania?

Il tema del lavoro è piuttosto complesso, perché spazia da consigli su come trovare un lavoro a tutte le leggi che regolamentano il mondo del lavoro in Germania. Sebbene lavori da 5 anni in Germania e quindi abbia delle conoscenze sulle modalità per trovare un lavoro e sulle leggi sul lavoro, non conosco a fondo la tematica. Per tale motivo, mi astengo da questo argomento. Se stai cercando un lavoro, ti rimando quindi al sito https://www.lamiavitainvaligia.org, dove troverai anche l’assistenza di avvocati competenti.

 

Perché questo blog non è adatto se il mio livello di tedesco è superiore al livello B1 del QCER?

Andando avanti con lo studio del tedesco è importante avere un insegnante madrelingua che sia in grado di spiegare l’uso corretto delle parole e che permetta di ampliare il proprio vocabolario. Essendo io di madrelingua italiana, pur avendo studiato tedesco all’Università di Torino, non mi è possibile spiegare con precisione l’uso delle parole. Per questo motivo mi occupo di insegnare il tedesco soltanto fino al livello B1 del QCER.

 

Hai delle domande o dei consigli da darmi? Allora non esitare a contattarmi cliccando sul pulsante qui sotto!