Gli sviluppi tecnologici degli ultimi 20-30 anni e la crescente importanza dell’intelligenza artificiale hanno fatto sì che venisse rivoluzionato per sempre anche il mondo della traduzione. Infatti, se prima tutto veniva fatto “a mano”, correndo il rischio di tradurre in modo diverso una stessa parola all’interno di uno stesso contesto, la nascita di strumenti come internet, i vocabolari online e i cosiddetti strumenti di traduzione assistita (CAT-tools) come SDL Trados Studio hanno permesso di velocizzare e rendere più omogenea una traduzione. Inoltre – secondo quanto riportato da SDL in occasione della SDL Trados Roadshow, durante gli ultimi 5 anni la lunghezza dei testi da tradurre si è ridotta, mentre contemporaneamente è aumentato il bisogno di traduzione, soprattutto in Africa, Oceania, Asia e America latina.

Ma… che cosa contraddistingue una buona traduzione? Per spiegarlo ne ho scritto la ricetta riportata qui sotto.

Chi si intende almeno un po’ di traduzione forse mi obbietterà: Chiara, ma quello che descrivi nella tua ricetta non è la traduzione! Perché parli di “traduzione”, se quello che descrivi è il “post-editing”? A tutti i miei critici rispondo che hanno ragione. Quello che descrivo NON è la classica traduzione. Tuttavia, per cercare di essere compresi anche da chi non si è mai occupato di traduzione, era meglio non complicare troppo le cose. Infine, essendo femminile, la parola “traduzione” permetteva di far sì che ci fosse una rima all’interno del titolo. In tal modo, quindi, il titolo sarebbe stato più facile da ricordare che non se avessi usato il termine “post-editing”. Buona lettura!

Ingredienti

1 o più testi

1 o più software per la traduzione automatica

1 ottima connessione a internet

2 o più vocabolari (cartacei e online)

5 o più tazze di conoscenze pregresse

10 o più tazze di conoscenze della lingua madre

10 o più tazze di conoscenza della lingua straniera

Google Translate quanto basta

Curiosità e mania di leggere in continuazione

Attitudine alla ricerca

Pazienza e capacità d’espressione a volontà

Creatività quanto basta

Preparazione

Mantenete la vostra curiosità infantile e la mania di leggere in continuazione e affinate le tue abilità di ricerca e la tua creatività. Ciò vi aiuterà a trovare una specializzazione, un argomento per il vostro blog e nuovi clienti.

Quando avete trovato un incarico, prendete il testo da tradurre e inseritelo in un software per la traduzione automatica. Successivamente salvate il progetto. A tal punto armatevi di un’ottima connessione a internet e di 2 o più vocabolari (cartacei e online): da questo momento in avanti, saranno le pentole e le padelle da far cuocere sul fuoco del vostro software di traduzione.

A meno che non abbiate firmato con il cliente un foglio a proposito dei dati sensibili, collegate una Translation Memory su cloud o preesistente e fate una pre-traduzione meccanica.

Dopo che il software ha finito la pre-traduzione, mescolate 10 o più tazze di conoscenze della lingua straniera, 5 o più tazze di conoscenze pregresse (es. nell’ambito automobilistico), 10 o più tazze della lingua madre. Rimestate il tutto fino a quando la traduzione non avrà raggiunto un livello di leggibilità e scorrevolezza adeguato. Se non capite subito ciò che dice il testo, armatevi di pazienza e ricercate dovunque (su internet o chiedendo ad un esperto o ad altri traduttori) le informazioni necessarie. Confermate tutti i segmenti (= le righe in un software di traduzione) da tradurre e salvate spesso il vostro lavoro.

Al termine della traduzione, rileggete attentamente ciò che avete tradotto almeno una volta prima di consegnare. Ricordatevi che il cliente dovrebbe essere al centro della vostra attività e che un cliente contento è la migliore pubblicità per voi in qualità di fornitore di servizi. Se notate che il testo di arrivo non scorre e ci sono errori, correggete il testo fino a quando non avrà raggiunto la qualità richiesta. Se invece la vostra traduzione scorre ed è corretta in tutte le sue parti, salvatela in una cartella in cui inserirete anche la ricevuta da dare al cliente e consegnate il vostro lavoro. Voilà, la vostra traduzione è servita!

Vi è piaciuta questa ricetta? Allora comentatela qui sotto e condividetela con i vostri amici!