fbpx

93.415, di cui 10.000 soltanto dal Nordrhein-Westfalen. Questo è – secondo una grafica riportata dall’Handelsblatt su Instagram – il numero di persone che dalla Germania ovest si è spostata verso l’est, escludendo la sola città di Berlino. 

Per chi conosce minimamente la distribuzione della ricchezza in Germania, potrà sembrare assurdo. Eppure è così: la gente preferisce spostarsi dal ricco ovest per andare ad est, dove l’economia risente ancora dell’influsso della ex DDR.

Forse ora ti chiederai il perché di questa scelta e perché la volontà di trasferirsi da ovest verso est potrà sembrare assurda. 

La risposta a queste domande è che ci sono più fattori che influiscono su questa scelta. E ciò nonostante:

  1. Il tasso di disoccupazione, all’est, è superiore di quello nell’ovest;
  2. Ci siano meno servizi che non ad ovest;
  3. La connessione ad internet sia più lenta.

Gli spostamenti dalla Germania ovest: chi è che si trasferisce?

Forse a questo punto ti starai chiedendo chi è che si trasferisce maggiormente. Ecco qui la risposta.

A partire dalla caduta del muro di Berlino, le aziende presenti nella ex-DDR che erano partecipate dallo Stato sono fallite quasi tutte. E questo perché non erano minimamente in grado di reggere alla competizione con le aziende della Germania ovest. 

Tale situazione ha fatto sì che – all’est – il tasso di disoccupazione raggiungesse dei livelli estremi. Infatti, secondo quanto riportato dal quotidiano Hannoversche Allgemeine Zeitung, “negli anni ’90, all’est il tasso di disoccupazione nominale era del 25%, mentre quello reale era del 50%”. 

Ciò ha fatto sì che soprattutto i giovani tra i 18 e i 30 anni si spostassero da est verso ovest alla ricerca di migliori opportunità lavorative.

Tuttavia, non c’erano solo i ragazzi dell’est che si spostavano ad ovest. Infatti, anche se in misura inferiore, c’erano anche ragazzi dell’ovest che decidevano di trasferirsi a est per portare lì quelle strutture dell’ovest che non erano presenti.

Oggi sono ancora una volta i giovani a trasferirsi da ovest verso est. Infatti, anche se non c’è più la necessità di portare a est le strutture dell’ovest, secondo Christian Hirte (CDU), incaricato per l’est del governo federale tedesco, la Germania dell’est rimane più attrattiva a causa di:

  1. Stipendi in crescita (anche se rimangono al di sotto della media dell’ovest);
  2. Una buona rete di asili nido;
  3. Ottimi posti di lavoro;
  4. Eccellenti condizioni di vita.

A ciò si aggiunge poi il fatto che la Germania dell’est è meno popolata dell’ovest, anche perché chi restava decideva di non avere figli a causa della mancanza di risorse economiche. E quindi – nonostante ci siano delle città come Dresda, dove lo spazio diminuisce sempre più – risulta comunque più semplice trovare una casa che non nella Germania ovest. 

Per questo, alcuni preferiscono trasferirsi nella Germania est nonostante gli svantaggi che abbiamo discusso qui sopra. 

 

ZDF Zeit: 30 anni dopo la caduta del muro di Berlino, la differenza tra est e ovest è di circa 900 EUR

Nonostante i tempi del tasso di disoccupazione da record nella Germania est stiano lentamente finendo, tra l’est e l’ovest del Paese esistono ancora delle diseguaglianze.

Ciò si vede soprattutto negli stipendi. Infatti, secondo un documentario di ZDF Zeit, Das verdient Deutschland: Der große Gehälter-Vergleich, non solo ci sono delle differenze tra uomo e donna, ma anche tra Germania ovest e Germania est.

Prendendo l’esempio di un meccatronico con esperienza che lavora in Baden-Württemberg e un meccatronico con stessa qualifica che lavora in Sachsen, il documentario mostra come il meccatronico a est riceva circa 900 EUR in meno di stipendio del suo collega all’ovest.

Come mai? Secondo ZDF Zeit i motivi sono numerevoli. Uno tra tutti è però il fatto che – nella Germania est – ci siano meno contratti collettivi che a ovest. E quindi, siccome le aziende non sono obbligate a pagare una tariffa predefinita, i lavoratori a est guadagnano di meno che a ovest. 

Vuoi saperne di più? Ecco qui il video del documentario (solo in tedesco).  

Conclusione

 

Per la prima volta dopo la caduta del muro di Berlino, nel 2017 sono avvenuti più spostamenti dalla Germania occidentale verso quella orientale, nonostante un tasso di disoccupazione più alto che a ovest e delle infrastrutture carenti.

Nella locomotiva d’Europa potrà far strano che ci siano delle differenze così grosse. Eppure io stessa ho potuto toccare con mano le differenze esistenti.

Mio marito è un tedesco proveniente dalla Germania orientale. Negli anni scorsi sono quindi stata diverse volte ad est. Tutte le volte le differenze sono saltate subito all’occhio. Infatti, non appena passato Wolfsburg, non solo il paesaggio diventa come fosse aperta campagna, ma noterai anche che:

  1. La connessione a internet diventa pessima: se poco prima avevi accesso alla rete 4G, improvvisamente ti trovi con le pagine internet che non caricano perché la zona in cui ti trovi è coperta soltanto dalla vecchia rete GSM;
  2. Senza una macchina gli spostamenti diventano molto problematici perché i mezzi pubblici o non ci sono o sono molto sporadici;
  3. Se vivi lì devi fare i conti con il fatto che dovrai fare diversi chilometri nel caso in cui avessi bisogno di cure. Perché? Perché soprattutto nei paesini il medico o l’ospedale semplicemente non ci sono.

Il fatto che la gente preferisca spostarsi da ovest verso est è quindi un’opportunità per la Germania est. Infatti, in tal modo, le differenze tra est e ovest del Paese dovrebbero assottigliarsi.

Non resta quindi altro che vedere quale sarà il trend nei prossimi anni.

E tu? Hai avuto esperienze dirette per quanto riguarda le differenze tra Germania est e ovest? Racconta la tua esperienza nella sezione “Commenti”.

 

Fonti

https://www.instagram.com/p/B4H831qis97/?igshid=133ziece6guaj

https://www.zdf.de/dokumentation/zdfzeit/zdfzeit-das-verdient-deutschland-100.html

https://www.haz.de/Nachrichten/Politik/Deutschland-Welt/Erstmals-mehr-Umzuege-von-Westdeutschland-nach-Ostdeutschland-als-andersherum

https://www.zeit.de/politik/deutschland/2019-05/ost-west-wanderung-abwanderung-ostdeutschland-umzug

Chi Sono

Handelsblatt: +46% negli spostamenti dalla Germania ovest verso est 2

Germanista, traduttrice (tedesco - italiano o inglese-italiano) e insegnante di tedesco come lingua straniera.


Ha pubblicato il libro Deutschlandismen in den Lernerwörterbücher presso la casa editrice Peter Lang e ha frequentato il dottorato presso l'Università di Duisburg-Essen con il Prof. Ulrich Ammon.


Con il presente blog, Chiara aiuta gli italiani che desiderano trasferirsi in Germania a imparare il tedesco e a integrarsi in Germania.

Condividi